Importanza di Pradakshina intorno alla collina di Arunachala

 48,612 Total Views, Today's Views 44 

La Montagna Sacra di Arunachala è venerata come Shiva stesso. Dai tempi del Rig Veda, i ricercatori spirituali sono stati attratti dal potere magnetico di Arunachala e stavano facendo la circumambulazione del percorso di 14 km intorno ad Arunachala.

Questo atto di camminare intorno alla montagna di Arunachala in senso orario è chiamato Girivalam in Tamil ed è chiamato Pradakshina o Parikrama in Sanscrito. Si chiama circumambulazione in inglese. Milioni di devoti e pellegrini da tutte le parti del mondo vengono ad Arunachala per fare la Pradakshina intorno ad Arunachala. È una delle forme più importanti di adorazione del Signore Shiva e una delle forme più significative di seva (servizio) e sadhana.

Pradakshina (Camminare intorno alla montagna di Arunachala) è stata praticata da tempo immemorabile da santi, saggi, devoti e siddha. Arunachala è l’incarnazione fisica di Sat, la realtà, e quindi avere contatto con essa in qualsiasi modo è satsang e aiuterà a realizzare il sé ea liberarci da Maya (illusioni) del mondo e dai suoi legami e attaccamenti.

Vedere, pensare, vivere e mediare su Arunachala è la via per l’illuminazione e Moksha (Liberazione) .L’unico modo molto speciale per ricevere questa benedizione da Arunachala è fare pradakshina che significa camminare a piedi nudi in senso orario intorno alla montagna di Arunachala.

Devaraja Mudaliar un ardente devoto e che visse ai tempi di Ramana Maharshi racconta che l’importanza di pradakshina divenne evidente per lui “dai frequenti riferimenti dello stesso Bhagavan Ramana Maharshi”. Infatti diceva che i benefici che non possono essere ottenuti dalla meditazione e da varie altre forme di controllo mentale con grande lotta e sforzo, possono essere ottenuti senza sforzo da coloro che fanno Pradakshina intorno alla collina di Arunachala.

Bhagavan Ramana Maharshi diceva che il potere di Arunachala è tale che anche se si fa pradakshina senza fede, avrà comunque il suo effetto e sicuramente purificherà la mente. “Proprio come il fuoco brucerà tutti coloro che lo toccano, che ci credano o no, così la collina farà del bene a tutti coloro che camminano intorno alla collina di Arunachala.”

Poiché Arunachala è il Fuoco della Conoscenza (Jnana Agni) sotto forma di Collina, le tendenze uscenti (vasana) della mente vengono automaticamente bruciate quando si cammina intorno ad esso. Quando la legna umida viene avvicinata al fuoco, si asciugherà gradualmente e ad un certo punto prenderà fuoco essa stessa. Allo stesso modo, quando la mente che è intrisa di tendenze mondane si prosciugherà gradualmente e ad un certo punto la mente diventerà pronta per essere bruciata dal fuoco di jnana. Tale è il potere di fare Pradaskhina intorno al monte Arunachala. Ramana Maharishi ha detto: “Questa collina è il magazzino di tutto il potere spirituale. Camminare per la collina di Arunachala ti avvantaggia in tutti i modi ”e così facendo Girivalam / pradakshina / Girivalam / circumambulazione intorno ad Arunachala aiuterà sempre una persona a superare gli attaccamenti mondani e aiuterà a identificarsi con il“ sé ”.

Suri Nagamma, un altro devoto di Bhagavan e che servì Ramana Maharshi, scrive “Bhagavan spesso diceva che coloro che non erano in grado di meditare avrebbero avuto successo nel loro tentativo circumambulando Arunachala” (in My Life at Sri Ramanasramam, p. 144.

Kunju Swami un altro devoto che visse durante i tempi di Ramana maharshi registra a p. 108 di Enadu Ninaivugal che Bhagavan gli disse una volta. ‘Cosa c’è di meglio di pradakshina? Questo da solo è sufficiente. “

Nel verso otto di Aksharamanamalai, si dice: “È una verità comprovata che le menti di quei devoti che vedono Arunachala raggiungeranno un grande amore per volgersi verso il Sé. Arunachala è la fiammeggiante, selvaggia collina di fuoco [il fuoco di Jnana] che brucia tutti i nostri desideri mondani in cenere. “

E nel verso nove Ramana dà l’esempio di un pezzo di ferro che viene strofinato contro un magnete. Proprio come gli atomi di ferro sparsi sono tutti allineati dal magnete per essere rivolti in una direzione uniforme, trasformando così il ferro in un magnete, così quando una persona gira intorno ad Arunachala, il magnete divino, la sua mente dispersa, è rivolto verso il Sé ed è così trasformato in Sé.

Una volta Sri Muruganar, un devoto di Ramana Maharshi, chiese a Bhagavan del beneficio spirituale di fare pradakshina intorno alla collina di Arunachala, Ramana gli chiese di fare prima il giro di Arunachala e loro andarono da lui. Sri Muruganar seguì il suo consiglio e fece il giro della montagna di Arunachala e poi tornò e disse a Bhagavan che aveva perso il suo dehatma buddhi [senso di identificazione con il corpo] dopo un po ‘e lo aveva riacquistato solo dopo aver raggiunto Adi Annamalai [un villaggio sulla strada]. Ha detto a Ramana Maharshi che l’esperienza è stata sorpresa e diversa dalla quale Ramana ha sorriso e ha detto: “Ora capisci?”

Questo incidente dimostra molto chiaramente il potere di pradakshina e mostra che le anime mature possono persino perdere il loro senso di identificazione con il corpo girando intorno alla collina. Illustra anche ciò che Ramana Maharshi intendeva quando diceva che mentre si gira intorno ad Arunachala si può sperimentare il sanchara-samadhi, uno stato di beatitudine senza pensieri mentre si fa Pradakshina.

Il vantaggio principale della pradakshina è che le tendenze (vasana) vengono lentamente fatte perdere la presa sulla mente, ma proprio come un bambino non può percepire facilmente la propria crescita, così la mente non può percepire facilmente l’indebolimento delle proprie vasana.

In Letters from Sri Ramanasramam, volume 2, lettera 98, Suri Nagamma registra Sri Bhagavan come dicendo: “Ciò che non puoi ottenere attraverso dhyana [meditazione], puoi ottenerlo automaticamente se fai pradakshina. Il luogo e l’atmosfera qui sono così. Per quanto una persona sia incapace di camminare, se una volta fa il giro della collina avrà voglia di andarci ancora e ancora. Più vai, più l’entusiasmo per questo. Non diminuisce mai. Una volta che una persona è abituata alla felicità di pradakshina, non potrà mai rinunciarvi. “

Ci sono otto Shiva Lingam intorno al sentiero Pradakshina intorno ad Arunachala: Indra Lingam, Agni Lingam, Yama Lingam, Niruthi Lingam, Varuna Lingam, Vayu Lingam, Kubera Lingam ed Esanya Lingam. Il Tempio Adi Annamalai, il più antico tempio di Shiva costruito anche prima del tempio principale di Arunacheshwara a Tiruvannamalai, si trova su questo percorso. È ancora più propizio per eseguire “Pradakshina” durante ogni giorno di luna piena che farebbe immenso bene.

Bhagavan Ramana Maharshi ha dichiarato che la sacra collina di Arunachala è l’asse della terra, il centro spirituale del mondo. Ramana ha espresso il suo amore per Arunachala in azione, facendo innumerevoli volte Pradakshina sulla collina sacra. Pur sottolineando l’importanza dell’indagine sul Sé (chi sono io?), Bhagavan Ramana Maharshi ha anche consigliato ai suoi devoti l’importanza della pradakshina con il suo stesso esempio.

Se camminiamo umilmente e sinceramente intorno alla sacra collina di Arunachala con devozione e preghiamo Arunachala, allora Arunachala ci benedirà sicuramente con la saggezza per distruggere il nostro ego e trovare il puro sé dentro di noi che è lo stesso Shiva.

Proprio come la mente è automaticamente attratta dal Guru, sapendo intuitivamente che può conferire beatitudine eterna, per lo stesso motivo la mente si sente automaticamente attratta da Giri Pradakshina.

Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *